stai visitando: » storia » Slow Food Scandicci - Condotta 180

Slow Food Scandicci - Condotta 180

La Condotta Slow Food Scandicci, nata 13 anni fa come rappresentante di Slow Food nel territorio corrispondente ai comuni di Scandicci, Lastra a Signa e Signa, promuove iniziative tese a valorizzare la convivialità, la conoscenza delle tradizioni culinarie ed i prodotti tipici, soprattutto quelli a rischio di estinzione; utilizzando il più possibile prodotti locali, anche di piccoli produttori di qualità, per le proprie iniziative, ha contribuito a diffondere il principio della “filiera corta” ed ha promosso gruppi di acquisto.

Partecipando ad iniziative quali Fiera di Scandicci ed Antichi Sapori di Toscana (per citare soltanto le più note e consolidate nel tempo), abbiamo contribuito a valorizzare i prodotti del territorio, rendendo dignità ai mangiari di strada e riuscendo, come nel caso del roventino, a farli riscoprire ed apprezzare.

Nel tempo abbiamo sviluppato numerosi rapporti con realtà produttive ed associative internazionali (dall'Ungheria alla Francia, dalla Romania alla Danimarca, alla Croazia), attraverso gemellaggi e scambi di esperienze, adottando un presidio, come quello ungherese della salsiccia di mangalica e diventando sostenitori benemeriti della Fondazione per la Biodiversità

Abbiamo promosso, inoltre, l'educazione alimentare nelle scuole, organizzando numerosi laboratori del gusto che hanno coinvolto centinaia di ragazzi, come in occasione di “Leggere che gusto!” a Lastra a Signa.

Nel corso del 2006 e del 2007 abbiamo gestito la ristorazione nell'ambito di Open City 2006 e 2007, della Fiera di Scandicci e di Terra Madre Toscana, riuscendo a portare un numero consistente di persone a frequentare il Castello dell'Acciaiolo.

Nel 2008 è iniziata questa nuova avventura!

camino.jpgcappella-1.jpgcappella.jpginterno.jpgstemma.jpg